Privacy Policy Le mappe mentali per prendere appunti in modo efficace a scuola - Intelligentia Docet

Le mappe mentali per prendere appunti in modo efficace a scuola

Lug 20, 2021 | Made Easy, Studenti

In questo articolo consigliamo un sistema efficace per prendere appunti che ti consentirà di scrivere meno, ma ricordare di più, e anche di aiutarti a memorizzare le informazioni che ascolti in classe con più facilità.

Infatti, le mappe mentali non servono solo al lavoro, ma anche a scuola e in mille altri aspetti della vita. Inoltre, sono molto diverse dalle mappe concettuali.

Prima di iniziare, diamo un’occhiata alle tecniche più comuni per prendere appunti utilizzate dalla maggior parte degli studenti.

Prendere appunti in modo tradizionale: carta, penna e tantissime parole!

Cambiare un’abitudine non occupa più di 10 minuti al giorno, ma la maggior parte degli studenti non ci pensa e continua a prendere appunti sempre nello stesso modo, scrivendo tantissime parole in ordine lineare

La maggior parte degli appunti altro non sono che frasi su frasi scritte su quaderni o utilizzando software come Microsoft Word o Google Docs.

La logica è sempre la stessa: le note lineari iniziano nell’angolo in alto a sinistra della pagina e avanzano da sinistra a destra, dall’alto in basso, fino alla fine della pagina, per poi ricominciare.

Però, si tratta di una tecnica per prendere appunti poco utile.

Solo perché un numero enorme di studenti utilizza questo metodo non significa che sia DAVVERO efficace.

Infatti:

  • Prendere appunti in modo lineare è un’attività monotona e per questo rende difficile memorizzare i concetti.
  • Inoltre, spesso risulta laborioso per gli studenti perché annoia mentalmente e stanca fisicamente.
  • Esiste la tendenza a scrivere frasi e concetti estesi, un’inutile perdita di tempo, di carta e di energie.
  • Gli appunti presi in modo lineare non forniscono una buona panoramica di un argomento e rendono complicato incontrare le informazioni più importanti al momento di studiare o ripetere, perché non sono visivamente facili da comprendere.
  • La struttura stessa degli appunti tradizionali rende complesso aggiungere ulteriori informazioni, se necessario. Se la pagina è piena, si può solo scrivere a lato, in piccolo, oppure aggiungere testo in fondo alla pagina legandolo al testo con degli asterischi.
  • Molti studenti sono abituati a prendere appunti con il computer, ma quasi sempre si limitano a trascrivere le lezioni alla lettera invece di elaborare le informazioni e riformularle con parole proprie, limitando l’apprendimento.
prendere appunti con mappe mentali

Prendere appunti in modo efficace, con le mappe mentali

Il formato della mappa mentale è un’ottima alternativa per prendere appunti in classe.

Elaborare unaa mappa mentale è molto semplice: invece di scrivere in modo lineare su un foglio a righe o a quadretti, si inizia scrivendo il soggetto della lezione, presentazione o del libro al centro di un foglio bianco.

Poi, si prosegue costruendo la mappa mentale annotando parole, concetti, immagini e, se possibile, anche usando colori, suoni e odori collegati tra loro e con il concetto al centro del foglio.

I vantaggi sono molti:

  • Una mappa mentale è un ottimo modo di prendere appunti perché mostra in modo visivo e semplice da comprendere con uno sguardo le relazioni, le gerarchie e le connessioni tra le singole informazioni.
  • Le mappe mentali forniscono un’ottima panoramica di un argomento perché uniscono tutte le informazioni da sapere su un argomento in un’unica pagina.
  • Allegare informazioni aggiuntive è semplice, perché manca la struttura lineare.
  • Dovendo scrivere solo singole parole e concetti, invece che frasi complete, lo studente prenderà meno appunti, ma più significativi.
  • L’aggiunta di elementi visivi, come immagini, icone e colori, così come il fatto di avere una struttura bidimensionale aiutano a memorizzare più facilmente i contenuti.

Come iniziare a usare le mappe mentali

Per iniziare a prendere appunti con le mappe mentali è utile partire dal concetto centrale e sviluppare i collegamenti in modo radiale, tenendo in considerazione che una informazione sarà più importante se posta più vicino al centro.

Inoltre, è importante semplificare i concetti, scrivendo una o due parole invece che frasi complete, e non aver paura di usare immagini e colori.

Da ogni diverso livello possono diramarsi note e parole chiave più dettagliate, in modo da ottenere una struttura gerarchica delle informazioni inserite.

Poi, è buona prassi iniziare a sviluppare i rami partendo da in alto a destra. Se consideriamo la mamma mentale come un orologio, la posizione coincide con l’una.

Inoltre, carta e penne colorate non sono i soli strumenti per prendere appunti con le mappe mentali: esistono anche molti software! Questi sono utili per creare più mappe mentali connesse tra loro, in modo da avere una visione generale della materia ma anche singole mappe mentali per ripassare le lezioni.

Inoltre, esistono corsi dedicati alle mappe mentali, particolarmente utili se si pensa che, in genere, gli studenti che le usano hanno risultati superiori a quelli che si limitano a prendere appunti in modo tradizionale.

Questo dato è stato confermato da molti studi, anche internazionali.


Conosci altre tecniche per prendere appunti in modo efficace?

Copyright © Intelligentia Docet Tutti i diritti riservati. Viale della Resistenza, 11 Corsico (MI)
P.IVA 08545610969 – PRIVACY – TERMINI E CONDIZIONI – NOTE LEGALI